Piazza Fontana

Qui, a pochi passi dal duomo di Milano, il 12 dicembre 1969, all’interno della Banca Nazionale dell’ Agricoltura, l’esplosione di una bomba causò la morte di 17 persone e il ferimento di 88. Una seconda bomba venne trovata inesplosa in Piazza della Scala. Nello stesso tempo altri tre attentati a Roma provocarono il ferimento di 16 persone. Iniziò così il periodo detto della “strategia della tensione”, nel cui contesto si  collocano ad esempio le stragi di Piazza della Loggia, dell’Italicus, di Bologna, tutte ricondotte alla medesima matrice ideologica di estrema destra, con il coinvolgimento di apparati di sicurezza dello Stato. Nel 2005 la Corte di cassazione ha stabilito che la strage di Piazza Fontana fu opera di un gruppo eversivo costituito a Padova nell’alveo di Ordine Nuovo. Gli esecutori materiali della strage non sono mai stati individuati.

 :roll: storia

_________________

159° Unità d’Italia

12 dicembre 2020

Beretta Roberto Claudio

____________________­­­__

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>