Sorella acqua et sorella pubblicità

Dunque perché continuiamo a comprare l’acqua in bottiglia? Ma dai! L’acqua minerale ha un ottimo gusto, contribuisce al benessere fisico, è sicura, controllata, affidabile, salutare. Fa bene agli anziani infatti è diuretica, alla donna che allatta ma non chiedetemi il perchè, ai bambini fa fare le ossa nella vita, fa bene alla salute in generale, ma anche in particolare, fa eliminare l’acqua, aiuta a digerire, fa sentire in forma, depura ed idrata, rivitalizza il corpo, snellisce la vita. L’acqua in bottiglia è pura, leggera, altissima, amata, trasparente, buona, bellissima, piace. Liscia, piatta, effervescente naturale, effervescente e basta, gassata, leggermente gassata, aromatizzata, mineralizzata, minerale, naturale, a bollicine fini, a bolle decisamente grosse, a basso residuo, ad alto residuo, a bassa durezza, oligominerale e ricca di oligoelementi, povera di sodio, biodegradabile … Insomma beviamo, letteralmente e metaforicamente, qualsiasi palla passa per la testa di un pubblicitario. Infatti nel nostro sistema capitalistico il comportamento del consumatore è determinato (teleguidato) dalla comunicazione delle aziende. L’acqua in bottiglia non è altro che un bisogno inventato e indotto dalla pubblicità. Le industrie delle acque minerali compiono ogni anno un gigantesco sforzo per mantenere in vita questo bisogno. Esse spendono centinaia di milioni in pubblicità per la loro acqua in bottiglia. Gli acquedotti? … nemmeno un euro. Forse è per questo non marginale aspetto che l’acqua del rubinetto è pesante, fa venire i calcoli, sa di cloro, contiene sostanze tossiche, ha il calcare, la controllano sempre perché non è sicura, non è gustosa, è insapore, fa schifo, non si presenta bene, fa fare brutta figura con gli ospiti …

______________________________________________

Soluzione al problema “L’ ACQUA DEL RUBINETTO” (vedi post del 27 maggio). (Dati: l’acqua del rubinetto costa 0,001 euro al litro, l’acqua minerale costa 30 centesimi (0,30 euro) al litro, si ipotizza un consumo medio di acqua da bere per una famiglia di tre persone di circa 1000 litri all’anno). Si chiede quanto segue. D1: quanto spende in un anno una famiglia media di tre persone che beve acqua minerale? [R1=300 euro], D2: e la medesima famiglia se bevesse acqua del rubinetto? [R2=1 euro/anno], D3: allora perché continuiamo a comprare l’acqua  in bottiglia? [R3: compriamo e beviamo l’acqua in bottiglia perché secondo la pubblicità è la migliore che ci sia].

____________________________

154° Unità d’Italia, 6 giugno 2015, Beretta Roberto Claudio

__________________________________________________

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>