Scelta di campo

 

Costituente_aula

Il 18 Aprile 1948 si tengono le prime elezioni politiche della nostra Repubblica secondo le disposizioni di legge approvate dall’ Assemblea Costituente. Il 1° gennaio 1948 è stata promulgata la Costituzione Italiana, il governo è presieduto dal democristiano Alcide De Gasperi, presidente della repubblica è Enrico de Nicola.

I sei partiti che hanno dato vita all’ esperienza dei Comitati di Liberazione Nazionale (Democrazia Cristiana, Partito Comunista, Partito Socialista, Partito Liberale, Giustizia e Libertà, Partito d’Azione) hanno dato vita al primo governo De Gasperi (Dicembre 45). Il governo successivo, formato dopo l’ elezione dell’ Assemblea Costituente (1946), vede la coalizione ristretta a Dc, Psi, Pci, Pri. Nella primavera del 1946 i generi alimentari scarseggiano, il costo della vita cresce rapidamente, nel Mezzogiorno si muore di fame, si preparano al nord agitazioni e scioperi, infrastrutture, rete viaria ed edifici sono stati distrutti nella guerra. Il 3 gennaio 1947 De Gasperi, carico di speranze, si reca negli Stati Uniti per incontrare il presidente americano Truman, accompagnato da una delegazione ad alto livello nei settori dell’ economia e della finanza. Gli americani preparano in quei giorni un piano di aiuti per i paesi europei (piano Marshall), essi affermano il diritto e la necessità di sostenere le nazioni europee con istituto democratico o impegnate a difendere la democrazia contro l’ azione di minoranze interne e condizionamenti di paesi stranieri, cioè l’ Unione Sovietica (dottrina Truman, dal nome del presidente). De Gasperi intende cogliere quest’opportunità e schierarsi politicamente con gli Stati Uniti, mentre i partiti di sinistra osteggiano il piano, adducendo che esso sarebbe una minaccia per lo sviluppo autonomo dell’ economia, e che verrebbe invece condizionata da una grande potenza straniera. Tre giorni dopo il rientro dagli Stati Uniti De Gasperi si dimette: nel nuovo gabinetto (2 febbraio 1947) il peso dei due partiti di sinistra, sottratti loro i dicasteri delle Finanze e degli Esteri, è fortemente ridimensionato. La progressiva emarginazione dei partiti di sinistra, terminata la fase unitaria e di collaborazione venutasi a creare con la Liberazione, si completa nel maggio successivo, con la formazione del quarto governo De Gasperi (31 maggio 1947), composto da democristiani, liberali ed indipendenti. Durante questa crisi di governo, il presidente americano Truman, attraverso l’ ambasciatore italiano negli Stati Uniti, garantisce l’ appoggio americano ad un governo presieduto da De Gasperi che non includa i comunisti: il governo italiano si allinea al nuovo corso politico promosso da Washington. Il 22 dicembre 1947 l’ Assemblea Costituente approvala Costituzione, che entra in vigore il 1° gennaio 1948. Tutto è pronto per le elezioni del primo parlamento della Repubblica Italiana.

fine quinto capitolo

  :roll:  Le elezioni del 1948

_____________________________________

151° Unità d’Italia, Modena, 16 aprile 2012, Beretta Roberto

______________________________________________

< il maccartismo <  > i partiti politici >

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>