Io c’ero Inno di Mameli

Fratelli d’ Italia,

l’ Italia s’ é desta

dell’ elmo di Scipio

s’ è cinta la testa

Dov’ è la Vittoria ?

Le porga la chioma

chè schiava di Roma

Iddio la creò

E poi ? Tanti cittadini italiani non conoscono l’ inno d’ Italia, tutti sanno la prima strofa, quasi nessuno sa continuare. A questi ultimi, fra i quali mi annovero, offro oggi la possibilità di colmare sì grave lacuna. L’ inno è composto da cinque strofe e dal coro che si ripete al termine di ciascuna strofa. Esclusa la prima, per facilitare lo sforzo mnemonico divido le restanti quattro in due tranche settimanali. Ecco il coro, la seconda e la terza strofa, la quarta e quinta lunedì prossimo. Da studiare a memoria.

_______________________________

CORO

Stringiamci a coorte,

siam pronti alla morte.

Siam pronti alla morte,

l’ Italia chiamò!

(due volte)

2.

Noi fummo da secoli

calpesti, derisi,

perché non siam popolo,

perché siam divisi.

Raccolgaci un’unica

bandiera, una speme:

di fonderci insieme

già l’ora suonò.

3.

Uniamoci, amiamoci,

l’unione e l’amore

rivelano ai popoli

le vie del Signore.

Giuriamo far libero

il suolo natio:

uniti, per Dio,

chi vincer ci può?

__________________

per ascoltare ed esercitarsi, vedi per esempio

http://youtu.be/AcI2IdHhEHE

ma ce ne sono tantissimi altri per ogni palato

ascolta l’ inno di mameli in piazza grande

Pannello del poster “Inno di Mameli”, alla mostra 150° Unità d’ Italia Io c’ ero, 17 marzo 2011, Modena


150° Unità d’ Italia Io c’ ero

continua lunedì 30 maggio: “Inno di Mameli parte seconda”

 :roll: MUSICA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>