Giacomo Matteotti

Giacomo Matteotti nacque a Fratta Polesine (Rovigo) il 22 maggio 1885, socialista, antifascista, fu ucciso a Roma il 10 giugno 1924.


Si oppose al fascismo con grande coraggio, a viso aperto, in modo netto e deciso, consapevole che avrebbe pagato con la vita la difesa della libertà di pensiero e l’ opposizione alla violenza fascista. Laureatosi in giurisprudenza, entrò in politica fin da giovane nelle file del partito socialista, fu eletto alla camera dei deputati. Durante la prima guerra mondiale in quanto sostenitore della neutralità italiana fu internato in Sicilia. Denunciò nei suoi scritti gli atti di violenza dei fascisti contro gli oppositori. Nelle elezioni del 1924 il partito nazionale fascista ottenne la maggioranza assoluta dei voti, ma le elezioni furono turbate da violenze e fatti di sangue. Il 30 maggio Matteotti prese la parola alla camera dei deputati per denunciare i brogli elettorali, le illegalità e gli abusi, mentre dai banchi fascisti si levavano contestazioni e rumori che lo interrompevano più volte. Si ricorda che al termine del discorso abbia confidato agli amici: “Io il mio discorso l’ ho fatto, ora voi preparate il discorso funebre per me”. Il 10 giugno 1924 fu rapito a Roma, sotto gli occhi di molti testimoni, il suo corpo ritrovato il 16 agosto in avanzato stato di decomposizione in un bosco a pochi chilometri da Roma. La dittatura fece in modo di eliminare ogni voce di dissenso, entro l’ anno numerosi giornali e periodici furono soppressi.

“UCCIDETE PURE ME, MA L’ IDEA CHE E’ IN ME NON L’ UCCIDERETE MAI”

Giacomo Matteotti

Modena, 19 maggio 2011

Beretta Roberto

Per saperne di più, leggi l’ articolo “il fascismo prende il potere”, pubblicato il 23 aprile 2011, sezione storia

_________________________________________________________________________________________

la rubrica “Stradario” esce ogni giovedì

 :roll:  strade italiane

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>