813-B

813-B. Sembra il nome di un bombardiere. E in effetti il ddl costituzionale 813-B sta per radere al suolo la Costituzione italiana. Il disegno di legge che travolge l’articolo 138 ed affida ad un comitato di quaranta parlamentari il compito di riscrivere la parte seconda della Costituzione (nei titoli I, II, III, V), è stato approvato ieri in seconda lettura al Senato con maggioranza qualificata dei due terzi. Rimane solo un passaggio alla Camera in dicembre e la Costituzione sarà definitivamente modificata nell’art.138. Tale cambiamento avrà come conseguenza quello di rendere più spedito l’iter di distruzione della Costituzione. Se alla Camera la maggioranza supererà i due terzi, sarà anche preclusa la possibilità di ricorrere al referendum popolare. Oltre a ci├▓ i partiti, per il tramite di un comitato di nominati dalle segreterie, si arrogheranno il diritto di riscrivere la Costituzione, patrimonio invece di tutti i cittadini, senza che nessuno gliel’abbia mai chiesto. Fai sentire la tua voce. Ci sono ancora due mesi di tempo. Fai qualcosa. Fermali. 😈

__________________

152° Unità d’Italia, 27 ottobre 2013, Beretta Roberto Claudio

__________________________________________

tutti gli articoli di attualità

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>