Sandro Pertini

“In che cosa consiste oggi la nuova resistenza? Nel difendere le posizioni che noi abbiamo conquistato: la Repubblica e la Democrazia. E, cari amici, ci vogliono due qualità: l’onestà ed il coraggio. L’onestà… l’onestà… l’onestà. […]. Faccio questo appello ai giovani. Cercate di essere onesti prima di tutto, la politica deve essere fatta con le mani pulite. Se c’è qualche scandalo, se c’è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, questi deve essere denunciato!”

___________________________________________________

Il presidente più amato dagli italiani. Pulito, leale, sincero, schietto, popolare. Combattente per la libertà, oppositore del regime fascista, più volte condannato ed imprigionato, esule, voce della resistenza, difensore della giustizia sociale, insigne rappresentante delle istituzioni, grande comunicatore, volle avvicinare i cittadini allo Stato, ridare slancio agli italiani e fiducia nelle istituzioni in un momento di grandi delusioni, con il suo parlare semplice diretto e schietto, nella continua vicinanza con la gente, nei momenti di dolore – strage di Bologna, assassinio del generale Dalla Chiesa, terremoto dell’Irpinia, tragedia di Vermicino – e nei giorni felici – mondiali di Spagna 1982 – ambasciatore nel mondo dell’ unità, della forza, della simpatia italiana. Sempre attuale ed infaticabile nel motivare le nuove generazioni, con la sua grinta da combattente, alla difesa quotidiana della democrazia e della libertà tanto faticosamente conquistata.

___________________________________________________

Quanto abbiamo bisogno di voi, presidente, in questo ennesimo giorno nefasto per il nostro paese, caduto in mano ad un manipolo di analfabeti della democrazia il cui parlamento è diventato covo di malfattori senza scrupoli, avulsi dalla vita reale, disposti a sacrificare il paese, demolire le istituzioni repubblicane e minacciarne l’unità pur di realizzare sgangherate utopie, sfuggire alla legge, difendere i propri interessi e privilegi. Così tu oggi ci avresti incitato come un buon padre che ha combattuto la battaglia per la libertà: “In che cosa consiste oggi la nuova resistenza? Nel difendere le posizioni che noi abbiamo conquistato: la Repubblica e la Democrazia. E, cari amici, ci vogliono due qualità: l’onestà ed il coraggio. L’onestà… l’onestà… l’onestà. […]. Faccio questo appello ai giovani. Cercate di essere onesti prima di tutto, la politica deve essere fatta con le mani pulite. Se c’è qualche scandalo, se c’è qualche uomo politico che approfitta della politica per fare i suoi sporchi interessi, questi deve essere denunciato!”

_________________________________

Modena, 21 settembre 2011

Beretta Roberto

________________

 :roll: strade italiane

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>