Il segreto per esser felici

DONIZETTI, LUCREZIA BORGIA

il segreto per esser felici

Notte bianca a Modena. Una città votata questa notte al divertimento ed alla felicità. Una vecchia ed abusata ricetta, quella di godere dell’oggi e lasciare agli sciocchi il pensiero del domani. Un passaggio della Lucrezia Borgia (libretto di Felice Romani) sembra invece sottolineare qualche limite o effetto collaterale di questa filosofia di vita. Qui infatti il destino non indugia e prende alla lettera gli esultanti propositi di Maffio, sotto forma di veleno aggiunto al vino dell’orgia, su commissione di Lucrezia, essa stessa vittima della propria vendetta, in quanto uccide ‘a sua insaputa’ anche il figlio Gennaro, fedele amico di Maffio, intervenuto alla festa all’ultimo minuto e solo per giuramento di amicizia. Attenzione, 1. Maffio è un  personaggio maschile, interpretato da un mezzosoprano, di genere femminile (Daniela Barcellona),  2. nei primi fotogrammi Gubetta (‘lo spagnuolo’) è il sicario che versa a terra la coppa con il vino avvelenato mentre invece gli altri bevono. Buon divertimento.

play

________________________________________________________________

Lucrezia Borgia, Gaetano Donizetti, Atto II, scena V, Gennaro (Marcello Alvarez, tenore), Maffio Orsini (Daniela Barcellona, mezzosoprano), Gubetta (Alessandro Svab), Orchestra e coro del Teatro alla Scala, direttore Renato Palumbo, 2002, Milano, Teatro degli Arcimboldi

______________________

Il segreto per esser felici
So per prova e l’insegno agli amici
Sia sereno, sia nubilo il cielo,
Ogni tempo, sia caldo, sia gelo,
Scherzo e bevo, e derido gl’insani
Che si dan del futuro pensier.
Non curiamo l’incerto domani,
Se quest’oggi n’è dato a goder.

Profittiamo degl’anni fiorenti,
il piacer li fa correr più lenti;
se vecchiezza con livida faccia
stammi a tergo e mia vita minaccia,
scherzo e bevo …

________________________________________

154° Unità d’Italia, 16 maggio 2015, Beretta Roberto Claudio

____________________________

 :roll:  SABATO ALL’OPERA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>