Un paese più semplice

La Camera ha votato la riforma costituzionale. Si completa la prima lettura. Non senza perdere qualche altro pezzo per strada. Forza Italia (che l’aveva concordata con Renzi) ha votato contro. I dissidenti PD hanno fatto capire che è l’ultima volta che la votano. Sono rimasti Renzi ed Alfano. Cioè l’esecutivo. Di quante letture avranno ancora bisogno questi due per mettere insieme quel poco di quid sufficiente a comprendere che le regole del gioco si scrivono insieme ? Se decidi da solo è più semplice. Ed anche più giusto, ma solo per chi comanda.

______________________________

153° Unità d’Italia, 10 marzo 2015, Beretta Roberto Claudio

___________________________________________

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>