Delirio di persecuzione

Come si fa a sospettare che il Presidente della Repubblica abbia interferito nella vicenda Mondadori, si è fatto leggere la sentenza, riaprire la camera di consiglio, esercitato pressioni sui giudici per impedire un fantasioso taglio di duecento milioni di risarcimento? E come si fa altrimenti a credere, se non unicamente nel bel mezzo di un delirio paranoico, la persecuzione giudiziaria, le sentenze politiche, il complotto di Magistratura Democratica, le toghe in campo per cambiare il voto degli italiani, la magistratura come cancro della democrazia, che usa il potere giudiziario a fini politici ed eversivi, 😯 ┬á una specie di associazione a delinquere, che starebbe svolgendo un’attività criminale, la Corte Costituzionale sottoposta ai voleri dei PM di sinistra, le toghe rosse, eccetera eccetera ? Per non parlare poi, appunto, della sinistra comunista. Poiché essi, sinistra e magistrati, vogliono impedirmi di fare tutto ci├▓ che che mi sono proposto, e io posso perché sono un uomo libero in una libera democrazia, e sono anche il migliore sotto tutti i punti di vista, ecco dunque che mi perseguitano e mi vogliono vedere in prigione. Ora, il delirio di un solo uomo è comprensibile e compatibile, quello che non si capisce e non si pu├▓ giustificare,┬á è come mai la fase regressiva abbia colpito anche 5 ministri, 200 parlamentari, 7.332.972 di elettori italiani (non crederete mica anche voi alla panzana dei dieci milioni ?). La paranoia è una malattia contagiosa ?

________________________________

152° Unità d’Italia, 1 ottobre 2013, Beretta Roberto Claudio

_________________________________________

attualità

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>