Torneo di scacchi

(Francesco Ferraguti) Serie C girone 13 – 2013. Come tutti gli anni, la nostra squadra, il “Matto Strozzato” (non ho mai compreso l’origine di questo nome, ideato dai ragazzi del Liceo Tassoni), ha partecipato al Campionato Italiano a squadre di scacchi. Le squadre che vi partecipano sono formate da 4 componenti, normalmente ordinati secondo la forza di ognuno in ordine decrescente. Il punteggio assegnato è di 1 punto per ogni vittoria e 0,5 punti per il pareggio; alla fine si sommano i punti e la squadra che ne ha totalizzati di più si aggiudica il match, guadagnando due punti.

La prima partita ci vedeva contrapposti alla forte formazione di Salsomaggiore.
:roll: Presentatici senza troppe convinzioni, in breve, però, la situazione si rivelò più facile del previsto: infatti, Mattia, la nostra quarta scacchiera, si impose in sole sette mosse sul giovane avversario. Di lì a poco anche Francesco, in prima, passò in vantaggio e riuscì a vincere contro un forte maestro 86enne di Parma. Tuttavia, lentamente, nonostante bastasse solo mezzo punto per conquistare un’insperata vittoria, entrambe le partite restanti presero una brutta piega e il match finì 2-2. Intanto, nel derby reggiano prevaleva l’Ippogrifo Re e Bologna aveva il turno di riposo. Al secondo turno toccò a noi riposare. Salso vinse bene contro l’Ippogrifo Re e l’Ippogrifo Pro superò il Bologna. La terza partita ci vedeva contrapposti all’Ippogrifo Re, una squadra assolutamente affrontabile per noi. Massimiliano, in quarta scacchiera, fu il primo a finire, concludendo in modo spettacolare contro il presidente del circolo reggiano e vincendo.

Anche Francesco non tardò a vincere, imponendosi in un difficile finale di Alfiere e Cavallo contro Re. Purtroppo, però, per la seconda volta, l’incontro terminò in parità.

Con solo due punti squadra in tre partite ci ritrovammo a dover giocare per non retrocedere. Infatti, dalla serie C, in un girone a 5 squadre, come il nostro, l’ultima squadra retrocede in Promozione, mentre la prima è promossa in B. Nel frattempo, Bologna si impose inaspettatamente in casa del Salsomaggiore con il punteggio di 3,5-0,5; mentre a riposarsi fu l’Ippogrifo Pro. Il quarto match ci vedeva contrapposti a Bologna, forte dell’ottimo risultato appena ottenuto. A causa delle numerose assenze siamo stati costretti a schierare il giovanissimo Cesare, di seconda categoria nazionale, vice campione italiano nell’Under 10.

La prima partita a concludersi fu quella di Massimiliano, dove il nostro compagno ebbe facilmente ragione dell’avversario pur più quotato. Anche in prima scacchiera la partita non tardò a finire, con il successo di Francesco su un forte maestro di soli 15 anni di Bologna.

La partita di Mattia, terminata con una grandiosa patta contro un forte avversario, nonostante la sconfitta di Cesare, che aveva condotto benissimo la partita, ci consegnò la vittoria. Contemporaneamente, mentre l’Ippogrifo Re riposava, Salso cadde 3-1 contro l’Ippogrifo Pro. A questo punto la classifica vedeva al primo posto l’Ippogrifo Pro che, con quattro punti, prevaleva su di noi solo per il punteggio individuale.

L’ultimo turno si rivelò decisivo: ormai sicuri della salvezza – eravamo a +1 sul Salso che avrebbe saltato il turno successivo – dovevamo assolutamente vincere per ottenere un’incredibile promozione. Non potendo schierare Francesco, impegnato in una gita di classe, in prima scacchiera giocò Luca, a seguire i nostri erano Davide, Mattia e Massimiliano, mentre Reggio schierò la formazione titolare. Alle 18:44 l’incontro terminò. Forte delle vittorie di Davide e Massimiliano e del pareggio di Mattia, la squadra di Modena si aggiudicò il match, conquistando la promozione.

______________________________

152° Unità d’Italia, 28 aprile 2013, Francesco Ferraguti

____________________________________________

attualità

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>