No, io non ci sto

Nel silenzio e nell’indifferenza generale, in assenza di dibattito pubblico e tanto meno parlamentare, con la complicità di quasi tutte le forze politiche, si completa, con la disintegrazione politica, la distruzione dello Stato Italiano. A ore si discute in consiglio dei ministri l’autonomia differenziata per le prime tre regioni del nord. Gli italiani ignari. Distratti da mirabolanti promesse irrealizzabili. Con questa riforma inappellabile e irriformabile l’Italia si frammenta in 20 o giù di lì parrocchiette confinanti. Per adesso. E’ la fine. Io non ci sto.

________________________________________________________

158° Unità d’Italia, 25 giugno 2019, Beretta Roberto Claudio

________________________________

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>