Villa Sorra

villa sorra due

Un monumento da vivere, patrimonio dei cittadini in quanto l’attuale proprietà è di un consorzio di comuni modenesi. Raggiungibile in bicicletta da Modena in meno di un’ora, in auto in pochi minuti. Immersa nel silenzio di un piccolo parco Villa Sorra è una delle più importanti ville storiche di questo territorio. Si trova fra Gaggio e Panzano nel comune di Castelfranco Emilia. Fu costruita dai conti modenesi Antonio e Francesco Maria Sorra tra la fine del seicento e i primi anni del settecento, “per necessario commodo di villeggiare” e per sovrintendere le attività agricole della famiglia. 😎 Nella prima metà del XIX secolo l’allora proprietario Ercole Cavazza dispose che alla sua morte tutti i suoi beni, fra cui la villa, venissero destinati alla costituzione di un ente a beneficio dei poveri. Nel 1933 viene di conseguenza istituito l’Ente morale “Pio Istituto Coniugi Cavazza”, amministrato dall’Arcivescovo di Modena. Dal 1972 la villa, il giardino e alcuni poderi della tenuta originaria sono di proprietà pubblica, dei comuni di Castelfranco Emilia, Modena, Nonantola e San Cesario sul Panaro.

La villa padronale costituisce un significativo esempio del barocchetto emiliano. All’interno decorazioni su pareti e su tele. Il giardino “romantico” è un monumento all’aperto, rappresentativo dell’Ottocento estense e uno dei più importanti dell’Emilia Romagna. Nei depositi della villa una raccolta di beni materiali, frutto di donazioni, costituita da attrezzi e manufatti della vita domestica e del lavoro rurale, testimonianza del nostro recente passato.

Una gita con la famiglia a due passi da casa per fare un tuffo di “vita in villa”nel sette-ottocento è il modo migliore per sentire attuali, reali, tangibili, vivibili, e soprattutto propri, cioè possessivamente nostri, i nostri monumenti storici, da considerare non più genericamente e prosaicamente “il nostro patrimonio artistico-culturale”, ma qualcosa di vivente, in grado di migliorare la qualità della nostra vita, straordinariamente attuali, capaci di integrarsi ed essere elementi essenziali della nostra vita quotidiana.

Maggiori informazioni su www.villasorra.it

_____________________________________

153° Unità d’Italia, 10 settembre 2014, Beretta Roberto Claudio

______________________________________________

 :roll:   arte

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>