PD più petrolio per tutti

Se qualcuno aveva dei dubbi sulle simpatie del governo per petrolieri ed affini, tali dubbi sono stati spazzati via in un colpo solo dalle dimissioni del ministro per lo Sviluppo Economico. La vicenda è nota. Uso tutti i condizionali d’obbligo. La Guidi si sarebbe data da fare, forse anche con il benestare della Boschi, per inserire nel provvedimento del governo noto come ‘Sblocca Italia’, un emendamento che avrebbe consentito al suo compagno vantaggi patrimoniali e la realizzazione di un importante progetto (Tempa Rossa) che vedrebbe come partner alcuni grandi gruppi petroliferi mondiali. Insomma un regalo del governo alle aziende petrolifere. Ecco perché Renzi incoraggia ed insiste sull’astensionismo all’imminente referendum trivellazioni. A furia di prendere le distanze da sinistra si finisce inevitabilmente per andare a destra. Dai gufi ai lupi. Dai cittadini ai petrolieri. Dalla partecipazione alla vita democratica – andiamo a votare-, alla esclusione dalla vita democratica, – andate al mare-. Dall’etica al soldo. Mutazione genetica di un partito da considerarsi ormai (ma si sapeva da tempo) ex-democratico.

_________________

155° Unità d’Italia, 31 marzo 2016, Beretta Roberto Claudio

__________________________________________________

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>