Scuole Niccolò Tommaseo

Nato in Dalmazia il 9 ottobre del 1802, fu linguista, scrittore, patriota. La sua popolarità è testimoniata dalle numerose vie, piazze, scuole che a lui sono intitolate. La sua fama è legata soprattutto al Dizionario dei Sinonimi (1830), al monumentale Dizionario della lingua italiana (1874), al romanzo Fede e Bellezza. Ricevette una educazione improntata a saldi principi religiosi e frequentò circoli del mondo intellettuale cattolico, conobbe il Manzoni. Si laureò in legge, fu giornalista, saggista, compì studi di linguistica, pubblicò raccolte di poesie popolari. Andò esule a Parigi a cause delle proteste delle autorità austriache per l’appoggio che egli diede alla rivoluzione greca. Tornato a Venezia si battè per la libertà di stampa, e per queste sue posizioni fu arrestato dalla polizia ed imprigionato. Liberato durante i moti che portarono alla proclamazione della Repubblica di Venezia , grazie alla sua popolarità, ricoprì successivamente importanti cariche del nuovo stato. Poi nuovamente esule a Corfù dopo il ritorno degli austriaci. Sul piano politico, sebbene cattolico, Tommaseo riteneva che la Chiesa dovesse rinunciare al potere temporale, inoltre non appoggiò la riunificazione dell’Italia sotto l’egida di casa Savoia, al punto da rifiutare la nomina a senatore del regno d’Italia. Gli ultimi anni della sua vita furono dedicati alla stesura del Dizionario della lingua italiana. Morì a Firenze il 1 maggio 1874.

_________________________

151° Unità d’Italia, Modena 24 settembre 2012, Beretta Roberto

___________________________________________________

 :roll:  strade italiane

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>